Bolzano: Consigliera si fa rimborsare un vibraxxre

Stupor Mundi era un'appellativo che si dava ai grandi generali romani, oggi possiamo trasferirlo ai Nostri politici che fanno cose eclatanti, ma si badi bene: non vincono grandi battaglie, non compiono gesta eroiche ma semplicemente si prendono gioco degli elettori, gli fanno tante promesse, spendono tantissimi soldi facendo finta che lo fanno per la comunità.
Dopo pochi anni invece ecco che arriva un'inchiesta della Magistratura a sollevare un pentolone di abusi, come in questo caso a Bolzano, dove il partito autonomista "Freiheitlichen", della provincia autonoma,  sta passando un brutto momento.



Bolzano: si fa rimborsare un vibratore dal partito

Tra la pieghe dell'inchiesta delle spese pazze di partito, arriva questa notizia divertente, ( o tragica, dipende da quale punto di vista la si voglia guardare ) di una Consigliera provinciale - Stupor Mundi - ( Ulli Maiar) che si é fatta rimborsare un gioco per persone adulte.

La spesa é di circa 64 euro e secondo alcuni sarebbe uno scherzo ( pagato coi soldi dei contribuenti)  fatto da altri dirigenti di partito a questa simpatica consigliera.

Ovviamente questa è solo la punta di un iceberg ( come si suol dire) tra le spese pazze di partito che la magistratura sta scandagliando.
Proprio ieri c'è stata una concitata protesta dei cittadini che hanno addirittura invaso l'aula consiliare, indignati dalle spese  che stanno uscendo fuori da questa indagine della magistratura.

Commenti