Stangata Tasi per case e negozi

Era prevedibile che i Comuni si appigliassero a qualcosa per poter far quadrare i bilanci, quindi il mancato gettito dell'Imu sulle prime case - tassa abolita - verrà pagato dai possessori di seconde case , negozi e di capannoni.
La notizia ufficiale ci arriva dal Comune di Milano che per primo ha deciso i rincari che arrivano fino ad un 7,5%.
Gli unici contribuenti che ci guadagneranno, rispetto l'IMU sono quelli che hanno una rendita catastale superiore ai 1.600 euro.
Ricapitolando: il nuovo tributo si chiama IUC ed è composto dalla Tasi (Tassa per i Servizi Indivisibili) e TARI (Tassa sui Rifiuti).
Un rincaro che non sarà uguale per tutti i comuni italiani:

Stangata Tasi per case e negozi

Anche la Tassa sui Rifiuti avrà un importo più alto rispetto il 2013:

  • Per un complicato calcolo, anche la cosiddetta Tari avrà un notevole aumento, e se ne sono accorti gli utenti a cui già sono arrivate le bollette da pagare; un aumento che può essere dal 20 al 30%, dipende al cpomune di residenza e dal tipo di utenza.

Rispetto alla Tasi, questo aumento di cui si parlava sopra, valeva per il Comune di Milano, ma non tutti i comuni italiani adotteranno le stesse aliquote.

Ogni Comune d'Italia infatti avrà un proprio margine di scelta, ma potrà comunque aumentare queste tasse fino ad un 8% rispetto l'Imu dell'anno scorso.
  • Aumenta la Tassa sui BOT
  • Tasi: la superficie fotovoltaica pagherà come superficie abitabile

Commenti