Stipendi d'oro Camera e Senato ecco la verità in cifre

Finalmente ci sarà un taglio degli stipendi per chi lavoro in parlamento ( NON RIGUARDA I POLITICI) e si arriverà ad un tetto massimo di 240 mila euro annuo a persona, che sono comunque tantissimi per gli incarichi che hanno.

Proteste ci sono state in questo senso sia dai lavoratori di camera e senato che ( incredibilmente) da Di Maio del M5S che se l'è presa con la Boldrini che avrebbe dovuto tagliare gli stipendi anche ai politici.

Se è vero che gli stipendi dei politici sono alti, intanto iniziamo a tagliare gli stipendi del personale che prende tanti, tanti soldi, poi agli stipendi dei politici penseremo, no?
Proteste anche da parte dei lavoratori del parlamento che ieri hanno fatto una specie di sit-in davanti alla porta dell'ufficio della Boldrini.

Stipendi d'oro Camera e Senato ecco la verità in cifre
Laura Boldrini, Presidente della Camera

Gli stipendi d'oro di Camera e Senato:

  1. Ugo Zampetti, segretario generale della Camera ( capo del personale) - 478 mila euro all'anno ( più del Presidente della Repubblica...)
  2. Elisabetta Serafin, segretario generale del Senato - 427 mila euro all'anno
  3. Guido Letta , vicario del segretario generale della Camera - 340 mila anno
  4. Aurelio Speziale, vicario del segretario generale del Senato -  328 anno
  5. Consiglieri parlamentari - in alcuni casi si superano i 300 mila euro all'anno ( dipende dall'anzianità di servizio)
  6. Medici ed Interpreti in parlamento hanno uno stipendio pari ( o superiore) a quello di un consigliere.
Chissà che ne pensano i cittadini italiani che pagano le tasse e devono andare avanti con 1.000 euro al mese per mantenere la famiglia?

Commenti

  1. Il concetto "cominciamo dal gradino più basso per poi arrivare, forse, a quelli più alti" è una delle cause per cui questo Paese è fallito. Paga sempre Pantalone. Il "Palazzo" non si tocca... Concordo con Di Maio. Si tocchino pure gli stipendi ma l'esempio DEVE cominciare dall'alto o è soltanto UN FURTO bello e buono. Tante aziende hanno preteso sacrifici dai propri lavoratori per calo di produzione (in passato, oggi per "la crisi") ma ai Dirigenti i bonus non sono mai stati toccati. Il metodo è sbagliato, il merito potrebbe anche essere condivisibile ma solo alle condizioni di cui sopra. A me la lotta tra poveri non piace e sapere che domattina tutti questi lavoratori prenderanno (esagero) 1000 euro al mese non mi farà stare meglio se chi guadagnava più di loro si intasca questo surplus... oppure lo spende in BIIIIIIIIIIIIIIIIIIPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP...

    RispondiElimina

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.