Vietato il Presepe a Scuola: é discriminante

Ci siamo, dopo tante bufale arriva una decisione ufficiale di un Preside di scuola elementare: vietato fare il Presepio nella scuola.
Il divieto arriva in quanto la scuola è frequentata da bambini di varie religioni e varie etnie, quindi il Preside ha deciso di vietare il presepio in toto, in quanto potrebbe essere discriminante.
  • Gesù Bambino, il bue e l'asinello trattati come dei criminali incalliti.
Un vespaio di polemiche sta alzando la coraggiosa decisione di Luciano Mastrorocco, Preside di una scuola elementare in provincia di Bergamo, come riporta la pagina locale del Corriere della Sera.

Che dire?


Vietato il Presepe a Scuola: é discriminante

Da un lato é giusto lasciare fuori dalla scuola e dalle istituzioni pubbliche la religione, dall'altro il Natale é una festa che va ben al di là della Religione per radicarsi nella cultura popolare.
Il Natale infatti, altro non é che un'antica festa pagana riciclata dai cristiani.
  • Suor Cristina: quando l'abito fa la cantante
La favola della nascita di Gesù é nell'immaginario collettivo mondiale, uno dei capisaldi del consumismo e della società di mercato, si pensi a marchi come Coca-Cola che hanno addirittura inventato Babbo Natale per poter vendere. Ci sono aziende che vivono solo ed esclusivamente per poter vendere quei 30-40 giorni sotto Natale dei prodotti specifici.

Il Natale poi, é la festa dei bambini per antonomasia, si danno doni ai bambini e questo anche in società non cristiane...
Insomma: se da un lato questa decisione é sicuramente coraggiosa, dall'altra ci sono delle considerazioni da fare piuttosto importanti.

VOI COSA NE PENSATE?
Lasciate un commento qua sotto:

Commenti