Scandalo M5S: case dello staff Casaleggio pagate coi soldi pubblici

Un incredibile scandalo sta arrivando questa mattina, dopo un'inchiesta giornalistica: lo staff del Movimento 5 Stelle ha speso oltre 165 mila euro per pagare l'affitto delle case a Roma con soldi pubblici, che però non erano destinati a questo fine, ma per altro tipo di scopi, come vedremo.

Si parla dello staff di comunicazione del M5S: Rocco Casalino, Nick il Nero, Claudio Messora, che avevano appartamenti in affitto, Rocco Casalino addirittura ha speso finora 40 mila euro di affitto.
  • Soldi Pubblici: lo scandalo del Centro Congressi EUR
Il problema dei conti del M5S é che come dice il regolamento del Senato, questi contributi "sono destinati esclusivamente agli scopi istituzionali riferiti all'attività parlamentare e alle attività politiche ad essa connesse (…) nonché alle spese per il funzionamento dei loro organi e delle loro strutture, ivi comprese quelle relative ai trattamenti economici del personale"; soldi quindi che sì, possono essere spesi per pagare lo staff comunicazione, ma non possono essere spesi per pagare affitti.
Cosa succederà ora?

Scandalo M5S: case dello staff Cassalegio pagate coi soldi pubblici
Va detto che le spese che sta facendo lo staff comunicazione M5S non sono certo un mistero anzi: proprio dal M5S si erano levate voci contro gli affitti troppo cari e già si stava pensando di prendere magioni meno lussuose, magari meno vicino al Centro di Roma, di certo però é la brutta figura che in questi giorni faranno i 5S che basano il proprio essere nell'onestà, nella trasparenza, nel rispetto del danaro pubblico...

Stavolta, dovranno cadere un po' di teste; il secondo partito d'Italia, non può più permettersi certe superficialità: chissà quali saranno?

Commenti