Pensione di reversibilità addio: come cambia la legge

Addio alle pensioni di reversibilità, una nuova legge la farà diventare una prestazione assistenziale, quindi non più un diritto di tutti, ma solo per alcune persone.

Se prima bastava essere il coniuge di un pensionato per riceverne la pensione di reversibilità, ora bisognerà dimostrare di avere un reddito minimo, tramite certificazione ISEE per avere ancora diritto all'assegno pensionistico quindi, bisognerà dimostrare di essere in condizione di bisogno.

EW' questo un nuovo disegno di legge fatto dal Governo che è arrivato in Commissione lavoro e che sta speditamente seguendo il proprio ITER per diventare legge a tutti gli effetti.

Pensione di reversibilità addio: come cambia la legge

Le pensioni di reversibilità diventeranno prestazioni assistenziali.

  • No, non è la stessa cosa, milioni di italiani che prendono la pensione di reversibilità, non la prenderanno più, a meno che non rientrino nei criteri della certificazione ISEE ( criteri da stabilire in sede di discussione della legge).

Cambio della legge sulle pensioni di reversibilità si può leggere sotto 2 punti di vista contrastanti:

  1. I versamenti fatti dal lavoratore scomparso, andranno tutti allo Stato, quindi non è una cosa giusta.
  2. La pensione di reversibilità la prenderà solo chi ne ha effettivamente bisogno e non più persone già ricche di famiglia, quindi l'INPS risparmierà e potrà usare quei soldi per chi ne ha veramente bisogno.

Commenti